venerdì 28 ottobre 2016

RECENSIONE: "La strada nell'ombra" di Jennifer Donnelly

Buon pomeriggio lettori. Sì, sono sparita per un paio di giorni ma sono spuntati degli impegni che non avevo previsto e di conseguenza è saltata tutta la programmazione del blog. Come state? Chi di voi vive al centro come me e ha sentito le scosse di terremoto? Io stranamente non ho avvertito nulla ma ho visto soltanto i lampadari oscillare, sono rimasta sveglia fino a tardi con la paura di dover scappare da un momento all'altro. Dunque, oggi vi lascio con la recensione di un romanzo che per me si è rivelato una splendida sorpresa. Sto parlando de La strada nell'ombra pubblicato il 20 settembre scorso e scritto da Jennifer Donnelly, autrice di alcuni romanzi storici già usciti in Italia e della Waterfire Saga edita da Giunti Editore. Venite a conoscere la storia della dolce e temeraria Jo Montfort e dell'affascinante reporter Eddie Gallagher. 

Titolo: La strada nell'ombra (autoconclusivo)
Titolo originale: These Shallow Graves
Autore: Jennifer Donnelly
Editore: Mondadori
Pagine: 540
Prezzo: € 18,00 ebook: € 9,99
New York, fine Ottocento. Jo Montfort è ricca, bella, e l'attende un futuro radioso, promessa sposa del rampollo di una delle famiglie più in vista della città. Jo ha tutto, ma per sé da sempre sogna qualcosa di diverso: una matita e un taccuino, un lavoro come reporter. È una tragedia inaspettata a scuotere lei e la sua famiglia. E anche l’irruzione nella sua vita di Eddie Gallagher, giovane reporter che sa qual è il prezzo della ricerca della verità. Insieme a Eddie, Jo comincia a indagare, come e meglio di una giornalista di professione, sugli affari dei Montfort, che si rivelano via via sempre meno limpidi. La verità emerge cupa e dolorosa, i pericoli sono dietro a ogni angolo nei vicoli di New York, ma anche le avventure, l'amore vero e la più importante delle conquiste: la libertà.

COSA NE PENSO
Può un libro sorprendere ed emozionare fino alla fine e lasciarti dentro tanta di quella nostalgia da sentirsi tristi e sconsolati? Certo che può, non è la prima volta e nemmeno sarà l'ultima, sopratutto quando si incontrano personaggi talmente reali da voler rivivere insieme a loro altre mille avventure. L'autrice ha intessuto una storia ricca di suspense che mi ha tenuta incollata alle pagine senza mai annoiarmi o esasperarmi. E' il primo historical young adult che leggo e sono veramente felice di averlo fatto. Ho conosciuto Jo Montfort una ragazza dolce e coraggiosa appartenente all'alta società newyorkese. E' promessa sposa al suo migliore amico Bram Aldrich, il primogenito di una delle famiglie più ricche e influenti del paese. Ma Jo non sogna merletti, pettegolezzi, matrimonio e sale da tè. Il suo unico e vero sogno è quello di diventare un giorno l'erede di Nellie Bly, una grande giornalista. Vuole documentare la dura realtà, quella che va al di là del benessere e della reputazione, quella dove le donne lavorano tutto il giorno e vengono usate dagli uomini, quella dove intere famiglie vivono nelle povertà assoluta, quella dove si cerca giustizia per un omicidio. Jo frequenta l'ultimo anno dell'istituto di Miss Sparkwell assieme alla sua migliore amica Trudy. Ma quando viene informata della morte del padre lo shock è talmente grande da non riuscire a capacitarsi di come il genitore si sia potuto suicidare. Perché Charles Montfort si è puntato una pistola alla testa e ha fatto fuoco. Jo non vuole credere a questa terribile verità, suo padre era un uomo buono anche se spesso vi leggeva nello sguardo una tristezza sconfinata. Decide così di investigare sull'accaduto fino a quando la sua strada non incrocia quella di un giovane reporter bello e affascinante di nome Eddie Gallagher

Eddie lavora per lo Standard, il giornale di cui il padre di Jo ne era proprietario. Lo Standard è un "piccolo gazzettino mondano" per ceti elevati. Eppure Eddie vuole documentare la cronaca nera, lui è alla ricerca di quella storia che lo faccia diventare uno dei più affermati reporter. Quando conosce Jo è questo il suo scopo. Insieme iniziano a girovagare di notte alla ricerca di informazioni per conoscere la verità sulla morte di Charles Montfort ed è così che si trovano invischiati in un gioco pericoloso, fatto di omicidi e violenza, di ragazzini maltrattati, di donne vendute e di cadaveri in decomposizione. E in tutto questo Eddie e Jo s'innamorano perdutamente. Ma Eddie è solo un povero reporter con un passato tragico alle spalle e Jo una giovane donna della nobiltà con dei doveri da compiere, quei doveri che la vogliono in sposa al suo amico Bram e che la porteranno per sempre lontana da Eddie. 

Il romanzo è intrecciato alla perfezione. Ci sono tanti elementi così ben amalgamati che non sanno di troppo e di conseguenza non generano confusione. L'ambientazione è stupenda. Interessante vedere le due facce di New York di quell'epoca, tra quartieri di lusso e ben etichettati e quartieri fatti di povertà e pericolo in cui i nostri protagonisti si muovano costantemente. Ogni capitolo nasconde un colpo di scena e nonostante alcune cose si intuiscono facilmente altre sono talmente intricate da lasciare il lettore con il fiato sospeso, come vedere il ragno intessere la tela attorno ai protagonisti senza poterli aiutare. Perché delle volte avrei voluto scuotere Jo e dirle "hai la verità sotto i tuoi occhi!". Lei è la vera eroina della storia. Una ragazza che affronta tutto a testa alta, senza farsi prendere da momenti di sconforto. Lei cerca verità e giustizia per suo padre ad ogni costo, anche se mette la sua vita e la sua reputazione a repentaglio molte volte. Jo vive in un periodo molto difficile per le donne che non hanno alcuna libertà, lei vuole vivere una vita senza obblighi, vuole leggere i giornali senza farlo di nascosto, vuole uscire con Eddie senza differenze sociali, vuole diventare quella donna in grado di cambiare il mondoEddie è l'altro coprotagonista di questo romanzo. Un ragazzo buono, onesto, intraprendente che dalla vita ha già avuto le sue batoste. Ho trovato il suo personaggio molto in sintonia con Jo perché vogliono le stesse cose solo che Eddie è più realista mentre Jo è una gran sognatrice. La loro storia d'amore nasce in modo spontaneo e sincero e fa sognare. Ma non posso dimenticare gli altri personaggi che ruotano intorno alla storia come Fay una giovane ladra che io ho semplicemente adorato e che ha una storia che spacca il cuore per la rabbia. Oscar il giovane medico che studia medicina legale e la sua conoscenza in fatto di cadaveri in decomposizione è assolutamente e spaventosamente strabiliante. E Kinch un personaggio tutto da scoprire e di cui non posso parlarvi per non fare spoiler, ma avrei tanto voluto che l'autrice gli avesse dato un maggiore e sopratutto diverso risalto. 
PER CONCLUDERE
La strada nell'ombra è un romanzo che lancia un messaggio importante e che riguarda il ruolo delle donne e della schiavitù nel 1800. E' un grido di rabbia contro le ingiustizie e l'impotenza dell'epoca. Devo dire che ho amato lo stile dell'autrice così accurato e attento e tutti i vari accenni alla medicina legale, si vede che la Donnelly ha fatto molto ricerche al riguardo perché ci racconta una storia reale con personaggi reali che alla fine hanno avuto dalla vita il loro riscatto. In fondo al libro c'è una nota molto particolare che fa capire tante cose. Il finale rimane aperto, cosa che ho apprezzato tanto perché è in linea con la storia ma da inguaribile romantica avrei voluto qualcosa di più. Ogni personaggio ha il suo destino eppure il mio cuore piange ancora per quello di una certa Eleanor Owens. Non vi dico altro perché lo scoprirete solo leggendo. Vi consiglio caldamente di farlo perché è un libro che ho amato con tutto il cuore. Il romanzo è al momento autoconclusivo ma l'autrice sta pensando di scrivere una storia con protagonisti Oscar e Sarah.


↓↓↓↓
Ebbene carissimi, cosa ne pensate? Avete letto questo libro o altri romanzi della Donnelly? Come sempre aspetto di conoscere il vostro parere bello o brutto che sia, sono qui apposta. Un abbraccio! Ci rileggiamo lunedì e buon weekend a tutti!

13 commenti:

  1. Wow mi fa davvero tanto piacere che ti sia piaciuto Violet non posso però dire lo stesso per me, l'ho proprio bocciato su tutta la linea >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, come mai non ti è piaciuto?! Mi spiace tanto >_<

      Elimina
  2. Non ho ancora letto della Donnelly, ma questo mi ispira un sacco ed è già fra le mie manine *o* dunque devo solo trovare un po' di tempo da dedicargli! Spero di riuscire ad apprezzarlo quanto te! Qualche settimana fa ho letto l'incipit e mi aveva fatto una buonissima impressione :3 sono fiduciosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Denise ^-^
      Spero che lo leggerai presto. Come hai potuto vedere io l'ho semplicemente amato ^-*

      Elimina
  3. Quattro stelline e mezzo, wooow! *o* Dopo questa tua recensione super positiva sono ancora più curiosa di leggerlo, e poi già l'estratto mi aveva colpito moltissimo come ricorderai ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordo che ti era piaciuto, Rosellì e se lo leggerai spero che ti piacerà anche tutto il resto. Un libro che merita davvero ♥

      Elimina
  4. Violet, mi hai fatto ricredere su questo libro, lo avevo scartato per delle recensioni negative ma ora sono curiosa di leggerlo! Amo i romanzi storici *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Jes è piaciuto davvero tanto. Mi spiace per le recensioni negative ma ognuno ha i propri gusti. Io non l'ho trovato assolutamente pieno di difetti, tutt'altro ;D

      Elimina
  5. non conoscevo nè il romanzo nè l'autrice, in genere "snobbo" quelli ambientati nell'800, anche se ultimamente sto per fortuna cambiando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu allora continua a ricrederti perché questo libro merita davvero e poi sono curiosa di sapere che ne pensi ^-^

      Elimina
  6. Ma che bella recensione ( Qua trovi anche la mia) ^^
    Io ho davvero adorato questo romanzo per la sua ambientazione, il suo grande realismo e questa atmosfera borghese in contrasto con quella fuligginosa dei bassifondi... Ah, bello bello bello!
    Un'unica pecca: Jo. Lei e la sua igenuità mi sono stati in odio fin da subito!
    Un abbraccio,
    Rainy

    RispondiElimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^