venerdì 22 luglio 2016

RECENSIONE: "Facciamo la guerra alle stelle?" di Elisa Gentile

Buongiorno lettrici del mio cuore, state reggendo bene questo caldo che avanza di grado in grado? Io non molto, ormai lo sapete, sarò una lagna fino alla fine dell'estate così per consolarmi in questo momento vi lascio con la recensione di un libro bellissimo, straziante, che lacera il cuore e i sentimenti. Non sto esagerando affatto! Sto parlando di Facciamo la guerra alle stelle? secondo volume della serie Vertigine composta da sei libri, scritta da Elisa Gentile. Un paio di mesi fa vi ho parlato del primo volume La paura di cadere (recensione) e per fortuna che l'autrice sta pubblicando i seguiti in tempi da record, altrimenti l'attesa sarebbe troppo snervante con tutti i colpi di scena che accadono. Per me è molto difficile parlarvi di questo romanzo perché il finale è maledetto, un finale che non avrebbe dovuto esistere ma che Elisa ci ha regalato con tanto coraggio. Adesso siamo davvero arrivati a un punto di svolta e dobbiamo soltanto aspettare per sapere come andrà a finire. 


Titolo: Facciamo la guerra alle stelle? (Serie Vertigine #2)
Autore: Elisa Gentile
Editore: Selfpublishing
Pagine: 310
Prezzo: € 9,36 ebook: € 1,99
Acquistalo su: Amazon (cartaceo/ebook) - Kobo - Google Play - Mondadori Store - iTunes
Il cuore di Bia è andato in mille pezzi ventuno minuti fa. Tutto è crollato, l'amore l'ha delusa giocandole il peggiore degli scherzi. L'ossessione per Trevor si è trasformata nel dolore più atroce che esista. Ma, come se lei chiudesse una porta e decidesse di aprirne un'altra, senza volerlo torna a sorridere. Evan, conosciuto per caso in una calda sera, le salva la vita. E forse anche il cuore... Ecco l'attesissimo sequel di "La Paura di Cadere": è una scoperta dell'amore, di tutte le sue sfaccettature. E di come una ragazza di sedici anni, decide di riprendere in mano la propria vita e rimettere insieme i pezzi del suo cuore.


COSA NE PENSO
Ho aspettato questo libro con un'ansia e un'emozione pazzesche. Non ne potevo più, l'ho bramato così tanto che non vedevo l'ora di leggerlo, ed è capitato davvero poche volte nella mia vita che un'attesa così mi rendesse nervosa tutto il tempo. Dopo la fine del primo libro ho ipotizzato talmente tanti scenari per il continuo che non mi aspettavo un altro finale di questa portata, almeno non così drammatico e straziante. Ancora una volta l'autrice mi ha lasciato esterrefatta e in lacrime. Ho gettato il kobo da parte e ho iniziato a fare dei respiri profondi perché ero completamente sconvolta. Voi non potete lontanamente capire l'intensità di questa storia tanto che sembra una giostra di emozioni sali e scendi. Il tutto ci viene raccontato da quattro diversi punti di vista, principalmente da Bia, questa dolce e piccola sedicenne che alla sua età ha già sofferto troppe volte. Dopo aver scoperto quello che ha fatto Trevor, Bia fugge in lacrime sconvolta e con il cuore a pezzi. Il suo amore per lui è ormai ridotto a un cumulo di macerie che mai riuscirà a tornare come prima. Eppure Trevor riesce a farsi spazio dentro di lei ancora una volta. Riesce a soggiogarla, a tenersela stretta in ogni modo e Bia cerca di raccogliere i cocci di quel cuore in frantumi e rincollarne i pezzi poco per volta. Ma non può fidarsi di Trevor e lui glielo dimostrerà ogni volta, prendendosi gioco di lei soltanto perché è una ragazzina innamorata. E poi arriva Evan. Evan è la luce per Bia, è un ragazzo che a sua volta ha sofferto tantissimo ma conserva quella dolcezza nel cuore che Bia riesce a scorgere immediatamente. Evan è tutto ciò che Trevor non è, e per lei sarà l'inizio di un nuovo amore, almeno fino all'immane tragedia che priverà Bia di tutto. 

In questo libro Bia è leggermente cambiata. Più matura e consapevole da una parte e più innocente e ingenua dall'altra. E' consapevole del fatto che Trevor le farà soltanto del male eppure non riesce a separarsi da lui come vorrebbe. Bia si dimostra fredda e distaccata ma lui riesce comunque a dire la cosa giusta, tanto che lei non è in grado di respingerlo e mandarlo al diavolo. Trevor è il suo primo amore, è il suo primo tutto e lei non è capace di dire no. Non vi nascondo che delle volte l'avrei presa a sberle ma fino a un certo punto perché la sua tenerezza e ingenuità mi spaccavano l'anima. Anche in questo libro è molto marcato il rapporto con i suoi due fratelli maggiori Aaren e Alan che la consolano, la coccolano e la proteggono dai mali del mondo, rinunciando a un pezzo delle loro vite per farlo. Oh quanto li ho adorati perché sono semplicemente meravigliosi e perché dimostrano gelosia in chiunque si avvicini alla loro sorellina, ma senza impedirle di vivere. E se Trevor è il lato oscuro della storia dall'altro c'è Evan che è il sole, il paradiso, la luce di cui ha bisogno Bia per andare avanti. Così si snoda questa specie di triangolo complicato. Trevor e Evan sono consapevoli di essere rivali e sanno quale ruolo hanno nel cuore di Bia. Per la prima volta vedremo un Trevor diverso, un Trevor geloso, finalmente qualcosa in lui comincia a incrinarsi. Devo dirvelo in alcuni momenti ha saputo conquistarmi, lui è un personaggio così ambiguo che è difficile scorgere i suoi sentimenti anche nei pov da lui narrati. Sasha, il migliore amico di Trevor ha una parte fondamentale anche lui e adesso ho capito qualcosa in più sul suo conto. Lui è la versione maschile di Bia a causa del suo rapporto complicato con Blaire, la sorella di Trevor, perché lei è esattamente come il fratello! E quel finale. Quel finale maledetto che mi ha completamente tramortito come una botta in testa. L'autrice ha osato tanto e so che adesso sarà tutto più difficile perché nessuno tornerà ad essere se stesso. Un finale che pesa come un macigno.
PER CONCLUDERE
Potrei andare avanti ancora per molto a raccontarvi cosa è davvero accaduto nel libro, ma per non fare spoiler sono costretta a fermarmi qua e a non nominare alcuni personaggi di cui vi avrei voluto tanto parlare. Facciamo la guerra alle stelle? è un romanzo complesso, ambiguo, profondo e straziante. Vi lascerà in un pianto a dirotto e avrete voglia di urlare come un lupo ferito. Non so come fa, ma Elisa Gentile dimostra una mente fuori dal comune. Le sue storie non sono mai, ma davvero mai scontate. Ci troverete tante emozioni contrastanti da non sapere più da che parte stare. Nonostante la giovane età di Bia sappiate che gli altri personaggi sono tutti maturi e in età universitaria perciò state tranquille. Adesso dobbiamo soltanto aspettare il terzo volume dove i protagonisti saranno Blaire e Sasha. Sono contenta così perché dopo quello che è accaduto c'è bisogno di una pausa perché le cose d'ora in poi cambieranno per tutti. Cara Elisa, regalaci un altro finale così e i manicomi si riempiranno di disperati! 
(quattro stelle e mezzo)

↓↓↓↓
Avrei voluto dare cinque stelline ma non ce l'ho fatta. Quel finale ha rovinato tutto, tutto! Ebbene carissime, ditemi cosa ne pensate? Avete letto i libri della Gentile? State leggendo questa serie in particolare? Vi aspetto come sempre nei commenti e ci rileggiamo lunedì. Buon fine settimana! 

4 commenti:

  1. un'autrice che mi manca, lo so devo recuperare. A questo punto però aspetto l'uscita dell'ultimo altrimenti poi sono messa come te ihihihih

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente recuperare quest'autrice. Sono curiosa del tuo parere ^-*

      Elimina
  2. Per quanto dolore, sospiri e sofferenze mi abbiano fatto stringere gli occhi più e più volte sperando che finisero presto, ho sentito un vuoto una volta arrivata alla fine.
    Tutto perfettamente equilibrato ed incastrato alla perfezione, ho sentito i personaggi e loro storia sulla pelle, con tanto di brividi ed emozioni.
    Sarà che mi ci rivedo in parecchie cose: la piccola Bia che s'innamora perdutamente del Principe azzurro, un Principe che di azzurro ha solo gli occhi e che la farà soffrire, gioire e la incatenerà a lui ancora di più.
    Trevor è la 'Persona' di Bia: la sua metà, quella persona che vogliamo con noi per il resto della vita anche se lo abbiamo detto ad altri, quella che ci completa, con cui parliamo senza bisogno di aprire bocca, le cui sensazioni ed emozioni si incastrano e si fondono.
    Evan è l'uomo perfetto: quello che dalle ceneri del suo passato doloroso ha tirato fuori una splendida Fenice, la cui mente dapprima e il cuore, anima e corpo successivamente, restano impregnate nella bellezza, nella dolcezza e nel candore di Bia. Lui è l'uomo che tutte noi ameremmo senza riserve, che ci renderebbe felice, che ci farebbe tremare e battere il cuore; ma non è Trevor.
    Sia chiaro, io sto con Bia e con il suo cuore e non con Trevor, ma lui per lei è "Lui". Punto.
    La meraviglia non è finita, per fortuna: non vedo l'ora di conoscere Sasha e di adorarlo - e sono quasi sicura sarà così - e non vedo l'ora di leggere quelle capriole meravigliose che solo Elisa sa far compiere a delle semplici parole, trasformandole in emozioni che camminano e parlano.
    Grazie,Elisa, mille volte grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che magnifiche parole *-*
      LaRa mi hai fatto emozionare ♥

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^