venerdì 11 dicembre 2015

RECENSIONE: "Non mi piaci ma ti amo" di Cecile Bertod

Buongiorno lettori meravigliosi! Oh che ruffiana! Questa settimana è stata piuttosto frenetica e chiedo perdono per quei pochi giorni in cui vi ho abbandonato, ma tanto non avete sentito la mia mancanza, vero? Non è vero?
Dunque, oggi mi sento più folle del solito come il libro di cui vi sto per parlare e che ho divorato in poco tempo grazie allo stile fresco, ironico e spassoso dell'autrice. Non mi piaci ma ti amo scritto da Cecile Bertod è uscito a febbraio di quest'anno per Newton Compton. Un romanzo inizialmente autopubblicato ma che grazie alla Newton ha raggiunto gli scaffali delle nostre librerie. E per fortuna direi perché va a-s-s-o-l-u-t-a-m-e-n-t-e letto! Sempre se non lo avete già fatto...

Titolo: Non mi piaci ma ti amo
Autore: Cecile Bertod
Editore: Newton Compton
Pagine: 288
Prezzo: € 9,90
Thomas e Sandy: lui nobile e ricchissimo, lei di semplici origini irlandesi. È solo l’amicizia tra le loro famiglie a unirli. Capita così che ogni anno i due trascorrano le vacanze estive a Garden House, la favolosa residenza dei Clark. Sandy odia quei mesi, perché detesta Thomas, il suo stile di vita, i suoi amici. Crescendo, i due si perdono di vista finché... Alla morte del nonno, durante la lettura del testamento, Thomas si trova di fronte a un annuncio sconvolgente: potrà ereditare ogni bene solo a patto che metta la testa a posto e si sposi. E con chi? Proprio con quella Sandy Price che non vede da almeno cinque anni. Deciso ad aggirare la volontà del nonno, Thomas cerca di contattare la ragazza per convincerla a tirarsi indietro. Sandy, però, sta attraversando un momento complicato: è disoccupata ed è sul punto di perdere l’anticipo versato per acquistare un piccolo bistrot. E quando all’improvviso si presenta la possibilità di coprire ogni spesa, finisce per accettare la bizzarra proposta. Ma cosa ci si può aspettare da un fidanzamento, se lui e lei si odiano sin da piccoli? Nulla di buono, a meno che, tra una finzione e l’altra, non accada qualcosa di assolutamente imprevisto...

Recensione
Sandy e Thomas si conoscono fin da bambini ma non sono mai stati amici. Lui vive con il nonno, il Conte Sir Roger Clark, in una tenuta immensa a Canterbury, lei trascorre ogni estate lì con i suoi genitori. Ma durante l'adolescenza qualcosa cambia. Sandy e Thomas iniziano a parlarsi e ad apprezzare finalmente la reciproca compagnia, fino al giorno in cui si scambiano un tenero bacio. Ma, per paura di aver fatto una brutta figura, Sandy fugge angosciata e quando finalmente decide di far pace con Thomas, lo sente prenderla in giro con i suoi amici. Da quel momento i rapporti tornano ad essere freddi e scostanti. Passano gli anni, Thomas gestisce le imprese del nonno, lavora e viaggio molto, non ha tempo per una vita sociale. Sandy ha da sempre la sfortuna alle calcagna. Dopo che le è stato rubato il lavoro ha avuto la brillante idea di provare ad aprire un bistrot con le sue amiche, ma la banca continua a rifiutarle il finanziamento e senza soldi non può realizzare il suo sogno. Anche la sua vita amorosa è un disastro. E' invaghita di Mike, un modello che sembra avere tutte le caratteristiche al punto giusto, ma lui sembra non interessato a lei. Un giorno riceve una chiamata dall'assistente del signor Clark per fissare un incontro. All'inizio Sandy sembra titubante ma poi accetta convinta che il Conte vuole rivederla. Quando arriva nel suo studio trova la versione trentenne del Conte: Thomas. Lui la informa della morte del nonno e della strana richiesta che ha lasciato nel testamento. Il Conte vuole che Thomas si sposi e che il matrimonio duri la bellezza di dieci anni, altrimenti non riceverà alcuna eredità e indovinate un pò chi è stata la prescelta del Conte?

Ogni tanto, e dico ogni tanto, ho bisogno di letture piacevoli, tranquille, divertenti e rilassanti. Rilassanti per l'animo che a volte è messo a dura prova da libri troppo intensi e complicati. Ogni tanto, e dico ogni tanto, arriva quel romanzo in grado di farmi dimenticare tutto il resto per la simpatia che sprigiona. "Non mi piaci ma ti amo" mi ha fatto morir dal ridere, a volte avevo addirittura i lacrimoni e il mal di pancia perché non riuscivo a smettere. Sandy è una protagonista divertente nella sua sfortunata vita lavorativa e amorosa, perché prende tutto con filosofia e un pizzico di folle disperazione. Da bambina Sandy era timida, goffa e con dei modi da maschiaccio. Il suo odio nei confronti di Thomas era dettato dall'antipatia per la cerchia snob che frequentava il ragazzo, per la sua "finta" gentilezza nei confronti di tutti e perché non riusciva in alcun modo a legare con lui. Da parte sua Thomas era un'altra anima in pena, che viveva con il nonno perché aveva perso entrambi i genitori, e che non riusciva a diventare amico di Sandy perché i suoi modi lo esasperavano fino all'inverosimile. Un vero incubo per entrambi. La morte del Conte sconvolge completamente le loro esistenze.

Quando Thomas viene a conoscenza del testamento cade nel panico più totale. Lui odia Sandy e lei odia lui, ormai è un dato di fatto. Nonostante le molte estati trascorse nella tenuta di Canterbury sono diventati entrambi adulti e con vite diverse. Hanno perso i rispettivi contatti e nessuno pensa più all'altro. Purtroppo la richiesta del nonno sembra indiscutibile ma Thomas riesce comunque a rigirare la cosa a suo favore. Con l'aiuto di Frank, suo avvocato e amico, cercano di imbrogliare Sandy in modo da farle rifiutare l'offerta, ma lei ha bisogno di soldi e accetta l'accordo. Sandy e Thomas si trasferiscono a Canterbury, nella tenuta del Conte ormai lasciata in eredità a Thomas, per iniziare una finta relazione sotto gli occhi di parenti e amici. Ma la convivenza non è facile e Thomas stipula una lista di regole che Sandy deve rispettare. Inevitabilmente Sandy viene a conoscenza dell'imbroglio e dichiara guerra aperta a Thomas. 

Oh quanto mi sono divertita a vederli litigare e farsi dispetti in continuazione. Sandy è un vulcano in movimento che non si abbatte nemmeno se le cade una tegola in testa. D'altronde gli anni che hanno trascorso nella tenuta del Conte hanno creato un sacco di discordie rovinando un rapporto praticamente inesistente. Sandy e Thomas non si sono mai compresi. Hanno giudicato male i loro atteggiamenti e covato per tanto tempo un odio e un fastidio profondi. Grazie alla richiesta del Conte scenderanno a patti con loro stessi, cercando di trascorrere al meglio la convivenza fino al momento del matrimonio in cui Sandy dovrà abbandonare Thomas sull'altare, così come hanno concordato. Eppure l'attrazione ci mette lo zampino e allora i guai diventano molteplici

Thomas mi è piaciuto molto perché in fin dei conti non è stato mai compreso da Sandy convinta che fosse troppo snob e un finto buono. Ha perso i genitori quand'era molto giovane e questo lo ha fatto sentire molto solo, e non è mai riuscito a diventare amico della ragazza. Perché diciamocelo, Sandy non era una ragazzina facile da gestire sopratutto per i suoi modi da maschiaccio, ma come ho detto in precedenza entrambi hanno frainteso i loro caratteri facendoli chiudere a riccio. Nel loro rapporto le incomprensioni sono sempre state all'ordine del giorno, forse proprio per questo motivo il Conte ha visto qualcosa che loro si rifiutavano di vedere. 

L'autrice ha uno stile molto scorrevole e ha riversato così tanta ironia nei dialoghi che ho riso tutto il tempo. L'unica pecca, ed è davvero un peccato ammetterlo, è che gli ultimi tre o quattro capitoli sono stati molto riduttivi portandoci a un epilogo troppo ma troppo frettoloso. Avrei preferito quelle ultime pagine più corpose per godermi meglio il finale. Purtroppo questo ha influito sul mio voto e ho tolto mezzo punto perché ci sono rimasta un pò male. Comunque ciò non toglie la bellezza della storia, il rapporto amore/odio tra i due protagonisti e le tantissime incomprensioni che io amo alla follia in un romanzo. E poi non vedo l'ora di leggere altri lavori di quest'autrice tutta italiana. 

«Tu che fai?», chiedo sospettosa.
«Devo lavorare. Ho un po’ di contratti da controllare», mi risponde, strofinandosi il palmo della mano sugli occhi. <<Insomma, te ne vai?>>, mi spinge via. <<Se resti qui non combino niente!>>.
<<E va bene>>. Mi allontano a testa alta, chiudendogli la porta vetrata in faccia. <<Spero proprio che ti venga un'impellente voglia di fare la pipì!>>, gli auguro, poi chiudo le tende come un sipario, beandomi dei mille improperi che gli sento sciorinare con veemenza, non appena si accorge di essere stato chiuso fuori.

(quattro caffè e mezzo)
↓↓↓↓
Ebbene miei carissimi lettori, cosa ne pensate? Avete letto questo libro o altri di Cecile Bertod? Fatemi sapere nei commenti e nel frattempo vi auguro un buon wekeend. Ci rileggiamo lunedì!

16 commenti:

  1. Ciao! Complimenti per la recensione! :) Avevo adocchiato questo libro per il titolo, che mi sembrava simpatico, ma non l'avevo mai preso seriamente in considerazione. La tua recensione, però, mi ha fatto cambiare idea. Sembra davvero simpatico, quindi mi sono segnata il titolo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sianna! Ma grazie ^-*
      Lo devi prendere in considerazione perché il libro è davvero molto bello e poi ti fa ridere tantissimo. La protagonista è una pazza ;D
      Spero che lo leggerai presto. Fammi sapere ;)

      Elimina
  2. Scemottì!!!!! Quattro e mezzo! Allora dev'essere davvero molto bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto, molto bello, scemò. Te lo consiglio ^-*

      Elimina
  3. Bello, bello, bello. Lo voglio leggere!!! Adoro quelle storie con i matrimoni/contratti/relazioni per finta che costringono due che a malapena si sopportano a stare insieme per forza di cosa. E se poi c'è l'attrazione latente... eheheh. E le citazioni che hai scelto sono uno spasso :D
    Meravigliosa recensione V, si sente proprio che ti è piaciuto e che l'hai letto al momento giusto :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosellì, adoro anch'io quel genere di storie e quando ho visto che c'era di mezzo la convivenza forzata mi ci sono fiondata subito *-*
      L'attrazione c'era solo che Sandy ha sempre rovinato tutto. Povero Thomas >_< Di citazioni ce ne sono davvero tante e tutte uno spasso ;D

      Elimina
  4. Oh, ma devo leggerlo assolutamente *.* la tua recensione mi ha stra-convinto! Penso sia una di quelle storie romantiche di amore-odio (adoro *.*) fatte proprio per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta, Monia ^-*
      E' una di quelle storie che serve a noi inguaribili romantiche ;D

      Elimina
  5. Ciao bella! L'avevo adocchiato a suo tempo, ma poi è stato scalzato da altre letture. Ma adesso mi hai convinta! Sarà sicuramente tra le mie prossime letture.
    Non vedo l'ora XD
    Buon week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!!
      Sono sicura che ti piacerà e poi la protagonista è una mattacchiona!!
      Fammi sapere ^-^

      Elimina
  6. Ciao Violet! Anch'io ho letto questo libro e l'ho trovato molto carino, divertente e lo stile dell'autrice mi è piaciuto. Come te ho trovato la pecca del finale troppo breve ç.ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jes ^-^
      Lo stile dell'autrice è adatto per un libro del genere. Mi sono divertita tanto e i dialoghi mi hanno fatto morir dal ridere ;D

      Elimina
  7. Io l'ho letto e l'ho recensito sul mio blog! E' veramente bello... Romantico... Divertente... Ti fa innamorare! Consigliatissimo! #LeggoRosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Licia ^-^
      Sono d'accordo con te. Un libro che ti fa innamorare e divertire allo stesso tempo *-*

      Elimina
  8. Ma che carinaaa! La cosa della tegola è fantastica =P
    Grazie a tutte <3
    Cecile Bertod

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cecile!! Grazie a te per questo libro fantastico e unico nel suo genere ♥
      Sandy è una matta!! Non vedo l'ora di leggere altri tuoi capolavori ^-*

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^